5 Ottobre 2013, regista. «Cari figli scusatemi, stacco la chiave» è il laconico messaggio con cui il regista novantunenne Carlo Lizzani ha salutato i suoi, prima di suicidarsi gettandosi nel vuoto dalla sua abitazione, al terzo piano di una palazzina di Roma. Tra i suoi film La vita agra, Banditi a Milano, Mussolini ultimo atto e Celluloide.

Leggi l’articolo apparso il giorno della sua morte sul Corriere della sera