Luca Telese, prendendo spunto dalla canzone Claretta e Ben dei 270 bis, ha coniato la formula “Cuori neri” per indicare i giovani missini uccisi dall’odio comunista negli anni settanta, intitolando così il suo bel libro a loro dedicato. Carlo Falvella è stato il secondo “cuore nero” dopo Ugo Venturini, morto in ospedale il 18 aprile 1970 perché colpito in testa da una bottiglia di vetro lanciata dai contestatori della sinistra extraparlamentare che volevano impedire il comizio di Giorgio Almirante a Genova. Giovanni Marini verrà condannato nel 1975 a undici anni per omicidio preterintenzionale e concorso in rissa, ridotti poi a nove anni in Appello (confermati in Cassazione). Di questi nove, ne sconterà sette in carcere. Sarà uno dei pochi assassini “rossi” degli anni settanta a essere processato e condannato. Giovanni, Marini, l’assassino, è morto d’infarto nel 2001, all’età di 59 anni.