L’episodio citato era spesso raccontato da Giovanni Falcone. Giuliano è stato investigatore della polizia di Stato e capo della Squadra Mobile di Palermo. Si è occupato della scomparsa di De Mauro e del traffico di droga tra Sicilia e Stati Uniti. Il 21 luglio 1979, mentre pagava il caffè in una caffetteria di via Di Blasi, a Palermo, Leoluca Bagarella gli sparò a distanza ravvicinata sette colpi di pistola alle spalle, uccidendolo. Nel 1995, nel processo per l’omicidio Giuliano, vennero condannati all’ergastolo i boss mafiosi Salvatore Riina, Bernardo Provenzano, Michele Greco, Francesco Madonia, Giuseppe Calò, Bernardo Brusca, Nenè Geraci e Francesco Spadaro come mandanti del delittomentre Leoluca Bagarella venne pure condannato alla stessa pena come esecutore materiale dell’omicidio