L’insegnante Alberto Manzi è stato noto in Italia per aver condotto tra il 1959 e il 1968 la trasmissione televisiva Non è mai troppo tardi, che, in un progetto di lotta all’analfabetismo, riproduceva delle vere e proprie lezioni di scuola primaria. Si stima che in Italia quasi un milione e mezzo di persone abbiano poi conseguito la licenza elementare grazie alle sue lezioni. Oggi, invece, secondo uno studio del professore Tullio De Mauro, il più noto linguista italiano, il 71 per cento della popolazione italiana che si trova al di sotto del livello minimo di comprensione nella lettura di un testo di media difficoltà. Al che corrisponde un misero 20 per cento che possiede le competenze minime «per orientarsi e risolvere, attraverso l’uso appropriato della lingua italiana, situazioni complesse e problemi della vita sociale quotidiana».