Bloccando la soap si è interrotta la creazione di un polo di produzione televisiva e cinematografica. Il prodotto seriale aveva dato lavoro a circa 300 siciliani tra tecnici, attori e comparse e altre centinaia con l’indotto che via via si stava creando. Sull vicenda il sito del Fatto Quotidiano ha dedicato una videoinchiesta a più puntate dal titolo Agrodolce, fiction Rai a fondo perduto.